Calanchi sullo Scoltenna

Itinerario 07-PA: I CALANCHI SULLO SCOLTENNA

Località di partenza e arrivo: Gaiato Pianelli c/o incrocio via Gaiato/Via Pian del Monte (844 m)
Difficoltà: DIFFICILE
Lunghezza: 20,6 km
Dislivello: salita 1.207 m - discesa -1.207 m
Ciclabilità: brevi tratti piede a terra
Quote: min 349 - max 854
Pendenze massime: salita 30,2% - discesa -29,0%

SCARICA LA TRACCIA GPS - SCARICA LA TRACCIA PER GOOGLE EARTH

mtbappennino

L’itinerario comincia dalla fonte, l’unica presente lungo il percorso (per cui prevedere un buon rifornimento), presente a Gaiato Pianelli, sulla strada di fronte all’ingresso di Villa Pineta. Si procede lungo Via Gaiato per circa 800 m fino ad arrivare alla biforcazione di Bivio Cantone. Prendendo a destra in leggera salita si potrà sperimentare il percorso in variante verso la Torre di Gaiato, mentre il tracciato originale prosegue lungo la strada asfaltata fino a raggiungere comodamente la Chiesa di Gaiato, punto di arrivo della variante. Il percorso prosegue quindi oltrepassando una bellissima corte e svoltando a destra su una sterrata in ripida discesa, superando un’abitazione e girando a nuovamente a destra al bivio successivo. Si ritorna su asfalto, in corrispondenza dell’agriturismo, e si procede fino al fondovalle, lasciandosi sulla destra un vecchio ponte crollato. Da qui si prosegue in piano su fondo ghiaiato per circa due chilometri, superando la borgata di Ca’ Gatti, e poi si prende a sinistra all’incrocio. La strada, prima in asfalto e poi su sterrato, procede in ripida e impegnativa salita per quasi tre chilometri fino a raggiungere l’agglomerato agricolo di Case Torelli, dove al bivio si tiene la destra su un breve tratto in asfalto e ricominciando a scendere. Superati i capannoni ci si immette su cementata fino alla borgata di Monzaletto e quindi su sterrato. La discesa, molto ripida, può presentare tratti pericolosi a cui prestare particolare attenzione. Sono infatti presenti diversi sassi smossi e può risultare molto fangosa dopo la pioggia. Terminata la discesa in corrispondenza del Torrente Lerna, si incrocia una sterrata da prendere a sinistra in salita fino a raggiungere una vecchia cava. In fondo al piazzale la strada termina ed è necessario caricarsi la bici in spalla e salire sul fianco della montagna a sinistra (breve ferrata). Si sale quindi sulla tubatura e si prosegue sul sentiero affiancato alla montagna, sbucando in località Mulino Corsini. Si svolta a sinistra e si sale, superando il canile comprensoriale, sino ad incrociare la strada asfaltata che a sinistra porta nuovamente verso Gaiato. Arrivati al bivio in località Masana di Sotto, tenere la sinistra e quindi girare subito a destra mantenendosi sull’asfalto per circa 800 metri fino all’incrocio di Cà Malvarone, dove la strada scollina. All’incrocio si prosegue diritti in discesa e poi nuovamente in salita subito dopo la borgata di Oppiano, fino a recuperare, dopo aver svoltato a destra, la Chiesa di Gaiato, da dove si prosegue a ritroso lungo l’itinerario iniziale.

mtbappennino

Itinerario 07-PA-var: TORRE DI GAIATO

Località di partenza: Bivio Cantone (828 m)
Località di arrivo: Gaiato Chiesa (748 m)
Grado di difficoltà: DIFFICILE
Lunghezza: 1,5 km
Dislivello: salita 82 m - discesa -161 m
Ciclabilità: totale
Quote: min 748 - max 888
Pendenze massime: salita 29,7% - discesa -57,7%

Da Bivio Cantone si procede oltre l’edificio rurale, tenendo la sinistra ed ignorando la strada che in discesa si infila tra le case, immettendosi su sterrato in corrispondenza di una sbarra. Da qui il percorso procede senza particolari difficoltà tecniche ma in ripida salita, fino a raggiungere dapprima un punto panoramico, dal quale si gode una bella vista sulla valle dello Scoltenna, e poi alla Torre di Gaiato, punto più elevato del percorso. Da qui si ridiscende velocemente e con tratti ripidi fino alle case che anticipano la Chiesa di Gaiato.